Get Adobe Flash player

Natalie Dormer: “Credo di essere un po’ maschiaccio”

Qualche tempo fa, Natalie ha posato per gli obiettivi di Nylon Magazine! Ecco alcune delle bellissime foto del servizio e un lungo articolo-intervista sulla nostra bellissima Cressida!

natalie6

Durante un photoshoot a Los Angeles, tra bellissime pose sensuali o da balletto, Natalie Dormer non ha paura di osare anche con pose buffe. Indossa un vestito nero pieno di spigoli, e sbuca fuori da dietro una pianta con i suoi enormi occhi da pantera. Afferra una foglia e inventa velocemente un paio di baffi–“come Dali?” chiede. Quando il fotografo gentilmente le suggerisce di cambiare posa, Natalie scoppia a ridere con quella sua tipica risata vigorosa e, senza un’ombra di incertezza, si lancia nella posa successiva, affermando, “Ogni tanto devi provare a fare certe cose, sai?”

“Provarci” è il modo in cui Natalie Dormer si è guadagnata la reputazione di attrice acuta e versatile: si è stretta dentro i corsetti di Margaery Tyrell della serie epica Game Of Thrones della HBO e ha rincorso i rivoluzionari per i documentari della sua Cressida in Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1.

Afferma di non avere la stessa furbizia della regina-in-erba: “Vorrei avere lo stesso talento che ha Margaery nello sfruttare le situazioni a suo vantaggio, ma non ce l’ho.” E non ha neanche le amicizie dentro l’industria che hanno lanciato tanti suoi coetanei. Natalie Dormer ha trascorso l’infanzia a Reading, in Inghilterra, dove a volte è stata vittima dei bulli, che l’ha vista sognare di diventare un attrice–senza alcuna idea sul come realizzare il suo sogno. Recitare allo Starmaker, la stessa scuola di teatro che ha formato Kate Winslet, era la sua massima idea di fama.

Continua a leggere

Donald Sutherland svela: “C’erano tantissime scene tra Peeta e il Presidente Snow”

Durante un’intervista con Hitfix, Donald Sutherland (che di persona è molto più alla mano del Presidente Snow) ha rivelato che durante le riprese del film sono state girate tantissime scene con il suo personaggio. Una di esse è quella che il regista Francis Lawrence ha rivelato che sarà tra i 10-12 minuti di scene tagliate presenti nell’home video.

Continua a leggere

Francis Lawrence svela: “Il primo montaggio durava 145 minuti”

Durante la promozione di Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1 Collider ha avuto l’opportunità di intervistare in modo abbastanza approfondito buona parte del cast e della crew.

Una delle interviste più importanti è sicuramente quella con Francis Lawrence. Per il momento vi traduciamo soltanto i punti più interessanti… sicuramente presto pubblicheremo anche la traduzione integrale!

Continua a leggere

Gli adesivi di Hunger Games: Il Canto della Rivolta!

Avete sempre sognato di dire ai vostri amici qualcosa utilizzando uno dei personaggi di Hunger Games? Ora Facebook ce ne dà la possibilità!

Grazie agli adesivi creati da Lionsgate, possiamo infatti inviare tantissimi messaggi da Tributi!

Ecco qui la galleria completa degli adesivi! Per scaricarli e cominciare a utilizzarli, basta aprire una chat, e cliccare sull’emoticon in basso a destra (la faccina vicino al simbolo della macchina fotografica). SONO GRATIS!

 01

Continua a leggere

Recensione: La score di Il Canto Della Rivolta – Parte 1

615jj-3Lm+L._SL500_AA280_Ancora una volta, ci troviamo sulle pagine di thehungergames.it per parlarvi in modo un po’ più tecnico della score (la vera colonna sonora, e l’unica che si possa ascoltare durante il film) di Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1.

Sappiamo tutti che è stata composta da James Newton Howard, che ha firmato anche le due precedenti, e sicuramente abbiamo notato tutti come – a volte – sia stata proprio la musica a farci venire i brividi guardando una scena.

Ma sicuramente ci sono dei segreti che la score nasconde e che, da orecchi inesperti, non abbiamo colto. Ecco perché il nostro Federico ce ne parlerà in modo più dettagliato proprio di ogni traccia che accompagna il film.

E ora, lasciamogli la parola.

Continua a leggere

The Hanging Tree è nella top 10 dei singoli più venduti su iTunes!

Chissà cosa ha detto Jennifer Lawrence quando ha saputo che proprio lei che ha sempre affermato di non saper cantare ha una canzone nella top 20 (quando non nella top 10) dei singoli più venduti in tutto il mondo!

The Hanging Tree, composta da James Newton Howard con la collaborazione del gruppo The Lumineers, si trova infatti tra le prime 20 canzoni più scaricate (legalmente) di tutte le nazioni in cui il film è in sala!

In Italia, nella classifica di iTunes, la canzone si trova all’8° posto… ma possiamo fare sicuramente di meglio, o no, Tributi? Portiamola nella top 5 e, perché no, al primo posto dei titoli più venduti!

top10

Condividete ovunque il link per il download (si può scaricare anche singolarmente), e fatela ascoltare anche ai pochissimi ancora restii ad amare Hunger Games. Non potranno fare a meno che innamorarsene!

I volunteer as a… blogger!

Tributi, avete mai pensato di fare parte della nostra squadra? Per candidarvi: click here!

Rassegna stampa

Sostieni il sito!

Se ti piace il nostro sito e la nostra community, puoi aiutarci con un piccolo contributo!
I soldi donati andranno a favore del sostentamento del sito ed eventuali iniziative.

Facebook Page

Forum
Everyeye

Licenza

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Si ricorda che la VIOLAZIONE DEL DIRITTO DI AUTORE è perseguibile in sede sia Civile che Penale.

Archive

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini in esso contenute sono da considerarsi a puro carattere rappresentativo e divulgativo, non vi è alcun fine di lucro e sono copyright dei rispettivi detentori dei diritti.